Nei primi anni '80, con l'avvento del personal computer, le tecnologie informatiche hanno decretato l'ingresso della societÓ moderna in un nuovo e inesplorato mondo, dando vita ad un nuovo settore di studio: l'Information and Communication Technology (ICT). In appena due decenni siamo passati da una SocietÓ dell'Informazione, basata sull'impiego delle informazioni come risorsa primaria per lo sviluppo di servizi innovativi per la collettività, a una Società della Conoscenza, sviluppatasi proprio grazie alla diffusione della rete Internet e che ha fatto dell'informazione la maggiore delle risorse strategiche.

Oggi siamo in procinto di compiere un ulteriore balzo verso un nuovo mondo della comunicazione, che ci permetterà di personalizzare le informazioni di cui necessitiamo. Un'innovativa modalità di fruizione delle informazioni, che ci spinge, quasi inconsapevolmente, a modificare le nostre abitudini e il nostro modo di comunicare e relazionarci con gli altri, fino a influire sulle nostre consuetudini attuando un processo di trasformazione della società in cui viviamo. Un nuovo concetto di società sta nascendo: è la Cyber-Società, basata sull'inconsapevole necessità dell'uomo di utilizzare le tecnologie informatiche come strumenti indispensabili per lo svolgimento delle proprie attività e, soprattutto, per la sua esigenza di comunicare in un mondo che concede sempre meno spazi alla socializzazione "reale".